Gli Omega-3 hanno una funzione positiva sul cervello negli anziani

Gli Omega-3 hanno un effetto positivo sul cervello degli anziani

autore: Dott. Dirk Wiechert

I risultati di uno studio recentemente pubblicato dal Centro Universitario di Medicina Charité a Berlino mostrano una correlazione positiva tra la funzione del cervello negli anziani e l’indice Omega-3 nel corpo (livelli ematici di Omega-3). Lo studio ha coinvolto 65 soggetti che hanno ricevuto o dosi di olio Omega-3 o placebo. Nel gruppo Omega-3, è stato osservato un significativo aumento (26%) delle attività esecutive, e ciò è importante per l’indipendenza dei soggetti. Così, le persone anziane con il miglior indice di Omega-3 non devono ancora essere aiutate dai servizi assistenziali, e in persone più giovani, questa indipendenza può essere determinante nella scelta del tipo di scuola o nel successo professionale. Nello studio della malattia di Alzheimer, i soggetti sono stati in grado di migliorare il loro indice Omega-3 con l’assunzione di supplementi dietetici Omega-3 per una media di circa il 9%.

Che cosa significa un indice di Omega-3 al di sopra del 9%?

Ciò significa che la parte misurata degli acidi grassi marini Omega-3 (EPA e DHA) costituisce circa il 9% degli acidi grassi totali nel corpo, misurati nel sangue. Questo valore è in netto contrasto con la media in Germania del 6% circa. Per un effetto positivo sulla salute si deve fare quindi attenzione al dosaggio giusto di Omega-3 nei supplementi dietetici! Per avere ulteriori informazioni su dosaggi e altri aspetti importanti nella scelta di un prodotto Omega-3, leggete il nostro articolo “Omega-3 solo placebo? Il dosaggio è fondamentale! “nella biblioteca Omega-3.

Related Posts

No results found

Atbildēt

Fill out this field
Fill out this field
Ievadiet derīgu e-pasta adresi.

Izvēlne